Penso che la fiducia e l’amore per sé stessi siano la base per costruire grandi progetti, il primo chiodo piantato nella roccia per incominciare la lunga scalata, la spinta per partecipare al gioco senza pensare che sia regolato tutto dal caos.
‘Credere in sè stessi’ può averlo insegnato la madre premurosa con le sue carezze e complimenti, l’insegnante che riconosce e incoraggia i talenti che vede in quell’alunno per nulla speciale agli occhi degli altri; il vecchio saggio che perdona il brigante senza chiedere nulla in cambio, e con quel gesto gli dona il peso della vergogna dei suoi errori, subito peggio da sopportare della pena, ma anche il valore immenso della libertà e del poter recuperare dai propri sbagli, l’improvvisa chiara consapevolezza che l’animo umano può guadagnare anche facendo del bene.
Non so se l’amore per sé stessi, l’ottimismo e il coraggio lo possiamo trarre solo da noi stessi, prima qualcuno o un’esperienza ce li devono infondere. Ma questa é solo una mia opinione.

Annunci